FTTH con GPON e Fritz 7590 RS: adesso li gestisco io con UFiber Nano G.

Facciamo un abbonamento ad una delle 4 / 5 compagnie di telefonia fissa per avere la tanto aspettata fibra in casa e cosa ci troviamo??

Ve lo dico io per esperienza appena realizzata: Ci troviamo un modem che non è il nostro bloccato e gestito dal fornitore del servizio in remoto, lo ripeto… gestito in remoto! ed anche un GPON (per chi non sapesse cos’è, rimando a questo guida) sempre gestito in maniera remota! Mi sento troppo vincolato, scelgo di autodeterminarmi.

Non farò nome della compagnia, anche perché non serve, in Italia hanno tutte la stessa strategia di marketing.

Per quanto riguarda il modem/router il Fritz apriva delle porte di telegestione (TR069) ovviamente impossibile da chiudere, il gestore aveva la possibilità di entrare nel mio modem forzando l’aggiornamento riavviandolo etc..etc…

Il GPON è di solito una chiavetta fibra come questa, impossibile da modificare in ogni sua parte.

SFP-GPON-ONU-B-1314-RGD-P Generic PON Transceiver PON från ...
GPON classico

Come ho fatto a liberarmi dalle catene? andiamo per ordine ed iniziamo dal modem, nel mio caso un Signor Fritz 7590.

Procedura Fritz:

  • Scarichiamo il tool per il ripristino del modem dal portale del produttore, qui.
  • Colleghiamo il Fritz tramite cavo di rete eth direttamente al PC (scollegando tutto il resto) e settiamo la scheda di rete come segue:

IP 192.168.178.10
SUBNET 255.255.255.0
GATEWAY 192.168.178.1
DNS 192.168.178.1

  • Scollegate il modem dalla rete elettrica (spegnetelo), ed avviate il programma precedentemente installato seguendo le istruzioni (a modem spento) fino a che il tool vi dirà di accendere il vostro modem.
  • A questo punto, il tool cercherà il vostro fritz nella rete e lo troverà, fornendo però un messaggio di errore, immaginate perchè?? perchè il modem è bloccato dalla compgnia telefonica, quindi impedendo l’utente a ripristinarlo.
  • Ci fermiamo a questo piccolo avviso? no.
  • Apriamo una finestra del prompt dei comandi (cmd.exe) ed avviamo FTP, eseguendo i comandi in ordine come vi scrivo di seguito:

dal prompt —> c:\blah\blah\blah>ftp

FTP> open 192.168.178.1 (user e password sono adam2)
FTP> quote UNSETENV provider
FTP> quit

Avremmo finalmente eliminato il blocco del nostro gestore, a questo punto non ci resta che tornare nel tool di ripristino e ripetere la procedura. La stessa vedrete, adesso, finirà a buon fine.

Avrete il vostro modem ripristinato alle impostazioni di fabbrica, ma LIBERO da ogni vincolo.

PS. Non fate la configurazione guidata, altrimenti è probabile che il gestore installi le proprie configurazioni, se in grado, impostate voi la connessione manualmente.

Abbiamo sistemato il modem, ed il GPON???

Procedura GPON:

Il tecnico che viene a casa vostra, vi porterà come mostrato prima questo GPON.

Il GPON ha un seriale che il tecnico comunicherà in centrale in maniera tale che la vostra fibra venga direttamente collegata al vostro account, fin qui niente di strano.

Il problema è che il GPON è quello, e quello resterà sempre perché il gestore lo ha collegato con un indirizzo che non dovrà mai cambiare.

E se noi volessimo cambiare GPON, installando per esempio un UFiber Nano G, che tanto mi piace con quel grande monitor che mi indica (senza dover accedere da nessuna parte) le informazioni più importanti della mia fibra?vi mostro:

Ubiquiti U Fiber Nano G | På lager | Billig
UFiber Nano G

Questo è il punto, il GPON della Ubiquity ha un indirizzo GPON che per ovvi motivi è diverso dall’indirizzo GPON collegato al nostro account dal gestore, quindi qualsiasi prova di collegamento con questo piccolo Nano G fallirà, a meno che……….

Si, a meno che non forziamo il cambio del seriale del GPON del Nano G con lo stesso indirizzo del GPON del fornitore della fibra, come?

Usando questo piccolo tool, scaricandolo da qui.

  • Installiamo Python3 sulla nostra macchina se questo non è già stato fatto
  • Installiamo tramite pip, i require necessari: pip3 install paramiko scp
  • avviamo il programma, con:
./ubi_serial_hack.py -r 192.168.1.1 -p 22 --serial 48:57:54:43:30:30:30:30
  • Colleghiamoci al GPON Ufiber all’indrizzo 192.168.1.1, installiamo la versione firmware 4.3 scaricandola da qui.
  • Dopo aver fatto l’installazione dalla pagina System attraverso il pulsante dedicato UPLOAD FIRMWARE, impostiamo nella scheda GPON il Profilo 2 e ABILITIAMO CHANGE SN PREFIX TO HWTC, riavviamo il Nano G.
  • Adesso passiamo al cambio seriale.
  • Il seriale del GPON iniziale è di solito scritto laterale in una piccola etichetta, es. EMTA12345678 (composto da 12 caratteri). Il GPON si divide in 4 lettere iniziali di solito e il resto lettere e numeri, dobbiamo trasformare quindi i 4 caratteri in esadecimale tramite questo portale lasciando invece invariate le altre 8 cifre e dividendole in coppie di due come esempio sopra illustrato (48:57:54:43:12:34:56:78) questo sarà il nostro risultato da dare in pasto al tool.
  • il tool farà il suo lavoro, chiedendo prima però la password del GPON Ufiber ovvero ( se non cambiata: ubnt) restituendoci l’ok di avvenuto cambio.
  • Riavviamo il nostro GPON e avremo finalmente in bella vista, dopo l’inizializzazione l’icona del mondo VERDE non più ROSSA, ci siamo il GPON si è allineato.
  • Non resta che collegare la porta ethernet al nostro Fritz 7590 in WAN ed il gioco è fatto!

Per qualsiasi chiarimento, non esitate a contattarmi.

Al prossimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *